Ultimo aggiornamento sito 30/04/24
DIFFUSIONEGRIGLIESERRANDEREGOLATORI VAV CAVVENTILAZIONETUBI FLESSIBILISILENZIATORI
VENTILAZIONE

VENTILAZIONE

In questa sezione sono raccolti i principali componenti attivi di un impianto aeraulico. Troviamo ventilatori in linea, ventilatori elicoidali, cassonetti ventilanti, torrini d'estrazione, recuperatori di calore e barriere a lama d'aria

Ventilatori in linea e cassonetti ventilanti

Il ventilatore in linea centrifugo per canali rettangolari e circolari è il più classico ventilatore per impianto aeraulico, ha una cassa che garantisce l'insonorizzazione ed è apribile per effettuare le normali operazioni di pulizia e manutenzione.

Il ventilatore in linea assiale offre gli stessi vantaggi di quello centrifugo, ma ha un ingombro molto limitato e una minor prevalenza. Il controllo di velocità del ventilatore in linea avviene tramite regolatore di velocità a taglio di fase (motori monofase) o a inverter (motori trifase).

I cassonetti ventilanti presentano aspirazione singola o doppia, offrono prestazioni nettamente superiori ai più semplici ventilatori in linea e sono adattabili a impianti di piccole e grandi dimensioni

Torrini d'estrazione e ventilatori elicoidali

Torrini d'estrazione aria e ventilatori elicoidali vengono impiegati in ambito civile e industriale per l'aspirazione dell'aria dagli ambienti come laboratori meccanici, capannoni, fabbriche...

La principale differenza è che il torrino di estrazione viene collocato sul tetto della struttura, mentre il ventilatore elicoidale è posto sulla parete

Barriere a lama d'aria

Componenti utilizzati davanti alle aperture dei locali (ad es. la porta di ingresso di un negozio) le barriere a lama d'aria sfruttano un principio tanto semplice quanto efficace: una barriera d'aria che viene fatta scorrere parallelamente all'apertura, sigillando l'aria calda dell'ambiente climatizzato in inverno, o il fresco in estate. La barriera d'aria crea una sorta di "porta termica", che consente al locale climatizzato di risparmiare energia per mantenere la temperatura costante.

Le barriere a lama d'aria sono disponibili in versione da incasso in controsoffitto e per installazione a vista.

Recuperatori di calore a flusso incrociato

Il recuperatore di calore a flusso incrociato è un dispositivo che consente di scambiare calore tra due flussi di aria, con lo scopo di generare un risparmio energetico significativo in fase di ricambio aria o climatizzazione. Facciamo l'esempio di un semplice ricambio d’aria autunnale per capire il meccanismo di funzionamento del recuperatore di calore:

  • Dall'esterno preleviamo aria di rinnovo fresca, per immetterla nei locali. 
  • Dall'interno estraiamo aria tiepida che buttiamo fuori al fine di cambiare aria. 
  • Prima che l'aria esterna fresca arrivi nel locale e quella interna tiepida venga buttata fuori, i due flussi si “incontrano” in uno scambiatore di calore (il cosiddetto recuperatore) così che l'aria tiepida scaldi quella fresca esterna.
  • In questo modo l'aria nuova esterna arriva nei locali pre-riscaldata, preservando la temperatura ambiente interna.

In estate avviene lo stesso meccanismo ma con caldo/freddo invertiti.

Il recuperatore di calore ad alta efficienza energetica è quindi un elemento fondamentale per qualunque impianto aeraulico